Prenota qui e ora la tua vacanza
Arrivo 22-04-2018
Partenza 29-04-2018
Ospiti Adulti: 2 Bambini: 0

Il Dammuso, una dimora ecosostenibile

Da quando circa 5000.00 anni orsono, l' uomo è approdato nell' isola di Pantelleria, ha sempre cercato di adattarsi all'ambiente con l' utilizzo di un' importante materia prima: la pietra. Con essa ha costruito dimore capaci di difenderlo dalle intemperie della natura e con essa pian piano ha saputo antropizzare un territorio dove ancora oggi la mano dellì uomo sembra si sia posata con estrema leggerezza in una terra che lo doveva sostenere e proteggere. L'uomo di ogni tempo ha strappato la terra fertile al vulcano e l ha drenata con un sistema di terrazzamenti e muretti a secco, addossando ad un muro alto una delle quattro pareti che creavano all' interno di proprietà il classico Dammuso terrano. Ha scavato cisterne che potessero contenere l' acqua piovana, bene preziosissimo e ha realizzato con la pietra lavica torri circolari , il famoso giardino pantesco, per custodire al suo interno un albero di agrumi. La natura che accoglie ogni atto di generosità espresso dall' uomo, lo ha ripagato, facendo di Pantelleria un giardino lussureggiante dove i saperi dell uomo occidentale si sono fusi per donare ad ogni generazione il fascino di una vita semplice e la possibilità di osservare come la terra e la natura siano capaci di conferire benessere e una vita a misura d' uomo a chi desidera uscire dagli schemi di una vita frenetica. Pantelleria, quinta isola ialiana al centro del mediterraneo, pi vicina alla costa della Tunisia che a quella siciliana, custodisce al suo interno, tesori di impari bellezza dettati dall' ingegnosità intuitiva di architetti che hanno saputo valorizzare ogni spazio e dotare le abitazioni a Dammuso di tutti i confort, pur mantenendo le peculiarità di una struttura che ancora oggi si erge a difesa dell' ambiente e dell' ecosostenibilità. Molti anni sono trascorsi da quando i primi visitatori dell' isola si sono innamorati di una terra ancora vergine dove era possibile tutto: ma questo tutto ha subito avuto dei vincoli posti dalla sovrintendenza ai beni culturali che ha dettato leggi a che tutti i rifacimenti delle strutture tipiche o le nuove costruzioni non deteriorassero l' ambiente e rispondessero a quell' armonia che una comunità è capace di instaurare col paesaggio che la ospita.Chi giungeva e tutora giunge nell' isola sopende sia pure per un periodo limitato i propri stili di vita, si adegua alla lentezza del vivere quotidiano e riesce a dare spazio all' ascolto di sè stesso, osservando le pratiche di un vivere più vicine e conformi al sistema di una natura che regna sovrana. La vita in dammuso ha sempre offerto stili di vita adeguati all abitante di Pantelleria: all' interno delle spesse pareti domestiche della propria abitazione, l'uomo di ogni tempo ha trovato ristoro al caldo estivo o al freddo invernale. Il Dammuso costruito in pietra lavica con muri spessi anche 3mt.,consente al suo interno il giusto equilibrio caldo-freddo in ogni stagione dell' anno, non richiede impianti di aria condizionata o di riscaldamento e le cupole che hanno il compito di sostenere tutto l'impianto architettonico della struttura, convogliano l' acqua piovana , mediante un sistema di canalizzazione, all' interno di cisterne capaci di soddisfare le esigenze della famiglia. Tutte le contrade di Pantelleria, circa 16, nelle quali vive la maggior parte degli abitanti dell' isola, dediti all' agricoltura, presentano strutture abitative a dammuso e in esso la vita degli abitanti risponde ai criteri di salvaguardia ambientale ai criteri di salvaguardia ambientale richiesti ormai da un vivere selvaggio da chi proviene dalle grandi città. Ogni dammuso d' abitazione, dotato all' esterno di piccoli appezzamenti di terra, consente alla famiglia di avere un orto, di godere dei frutti di alberi che crescono rigogliosi all' interno di giardini e nelle estese proprietà la coltivazione della vite e dei capperi conferiscono all' agricoltore e alla famiglia un reddtito economico, gli alberi di ulivo e di fichi, di mandorli, di fichidindia assicurano il sostegno alimentare tutto l'anno e il mare e la montagna concorrono con i loro frutti a creare le riserve giuste per tutto l' anno. e' importante conoscere l' isola e il fare degli isolani sempre attenti alle manifestazioni della natura e al loro spirito di adattamento ad un ambiente che dona, ma solo se lo sai rispettare-Il Dammuso capace di trasformarsi in una piccola fattoria: alla donna il compito di trasformare in provviste alimentare tutti i prodotti della terra e le carni derivate dall allevamento degli animali da cortile L alimentazione della famiglia è per questo fatta da prodotti biologici che rispondono alle nuove richieste di un’ alimentazione sana e corretta. Il territorio isolano per la sua conformazione geografico-fisica si presta ad un turismo ecosostenibile e destagionalizzato in quanto offre a chiunque non solo la possibilità di balneazione in un mare che , proprio perché non presenta spiagge di sabbia, consente di non stare a contatto di gomito con l’altro e di godere della purezza e del profumo delle sue acque, offre altresi la possibilità di balneazione al lago Specchio di Venere che si presta anche alla possibilità di fanghi naturale per la presenza di acque sulfuree calde, frutto dell’ attività di un vulcano ancora visibile con le sue manifestazione nelle numerose vasche idrotermiche , nelle fumarole e nelle grotte naturali da cui i forti vapori determinano le saune naturali. La presenza di numerosi sentieri attraversati un tempo dall’ uomo e dal suo fedele compagno di viaggio L’ asino consentono percorsi di trecching attraversando l’ isola in lungo e in largo alla presenza di una vegetazione di piante anche endemiche, oggetto di studio di numerosi botanici. La presenza di una montagna alta 840,00 mt consente con la sua vegetazione di pino marittimo e d’ aleppo il trecching e il ristoro nelle giornate di caldo afoso quando soffia lo scirocco. Di fronte alle potenzialità offerte dal territorio, nessun tour operator può dimostrare di essere insensibile e ogni azione di promozione turistica che tiene conto della storicità e validità della costruzione tipica, rispettando la tradizione e innovando col rispetto che è dovuto a quanti in questa terra hanno costruito il passato, vivendo l’ oggi e proiettandosi nel futuro. Tutto è possibile in una Pantelleria che si è affacciata al turismo negli anni 70 e tuttora coniuga turismo e agricoltura per saper donare quanto di più prelibato questa terra sa offrire sempre nel rispetto dell’ambiente e dell’ ecosostenibilità. Il pantesco nella sua modestia è capace ancora di accogliere ogni straniero che affronta il suo viaggio per conoscere un’isola lontana, ma ad un tempo vicina perché in un’ ora di volo la raggiungi dai maggiori aeroporti d’ Italia e, una volta giunti, tutti riescono a godere degli infiniti spazi offerti dal Dammuso, della libertà di poter godere delle sue attrattive naturali, di poter osservare indisturbato gli spettacoli mozzafiato che il paesaggio offre ,delle prelibatezze che conferiscono al palato sapori indimenticabili nei numerosi ristoranti che coniugano la tradizione culinaria delle verdure dellì orto e delle carni da cortile all’ innovazione con piatti di pesce fresco

Catalogo

Scarica o sfoglia on-line il nostro catalogo

Meteo

Previsioni meteo di Pantelleria in tempo reale
Soleggiato 22 aprile 2018 15.3 °C
Vedi altre previsioni