Prenota qui e ora la tua vacanza
Arrivo 20-06-2024
Partenza 27-06-2024
Ospiti Adulti: 2 Bambini: 0

L'importanza dell'aeroporto di Pantelleria

Il 28 Marzo 2023, in occasione del centenario dell’aeronautica Militare, il Parco Nazionale Isola di Pantelleria e il CAI di Pantelleria, Sottosezione del CAI di Petralia sottana, grazie alle guide del Parco e del Cai, hanno potuto con uno Stand all’interno dell’Hangar, divulgare l’importanza della sentieristica del Parco e dell’Associazione CAI per far conoscere a tutti gli intervenuti un territorio così singolare quale è Pantelleria.


Il comandante colonnello Linzalone ha fatto conoscere alle guide Prof.Antonietta Valenza, Piergiacomo Bianco e Fonseca Fulvio, l’importanza dell’area espositiva nella quale sono custoditi reperti storici del passato fascista e della guerra, nonché la storia della costruzione dell’Hangar, debitamente illustrata dal maresciallo Roberto Picone. L’aeroporto di Pantelleria, costruito a scopi militari, concede oggi l’atterraggio di velivoli sia militari che civili, offrendo alla popolazione collegamenti con gli aeroporti di Birgi, Palermo e Catania a continuità territoriale e da Maggio a Settembre voli in partenza dai maggiori aeroporti nazionali per lo sviluppo turistico dell’isola.

In occasione della presentazione del testo “Storia dell’aviazione nella Sicilia occidentale, storia, uomini e territorio", l’autore Fabrizio Egizi ha illustrato sapientemente quanta importanza ha avuto la Sicilia con la presenza di aeroporti tra cui ( Birgi e Palermo- Boccadifalco, Chinisia, Milo, Carcitella , Sciacca, Idroscalo di Marsala Stagnone e Pantelleria), già durante il primo conflitto mondiale, poi durante il ventennio fascista e il secondo conflitto, per contrastare l’azione dei sommergibili tedeschi nel Canale di Sicilia e le navi inglesi che facevano la spola per i traffici con Malta.

Tutti questi aeroporti, alcuni di essi ormai in disuso, ricoprivano un ruolo di difesa, ma anche per lo smistamento di un traffico eccessivo di aeromobili interessati alla guerra. La posizione dell’aeroporto di Pantelleria, intitolato al Capitano Pilota Italo D’Amico ( medaglia d’oro al valore militare) è stata sempre considerata molto strategica, al centro di tutti i traffici commerciali in ogni periodo della nostra storia passata. Esso venne costruito nella seconda metà degli anni 30 e fu Benito Mussolini nel 1936, a dare il via libera ai lavori di costruzione di un campo di aviazione militare per contrastare il dominio fino ad allora esercitato sul Mediterraneo centrale da Francia, presente in Tunisia e Gran Bretagna ( Malta ).

Nel '39 fu ultimato un enorme hangar in caverna, realizzato su progetto dell’Ingegner Pier Luigi Nervi, innalzando una collina artificiale, in grado di dare riparo a decine di aerei dell’epoca: caccia, aerosiluranti e bombardieri, oltre a contenere depositi di carburante e munizioni. Quando gli Alleati bombardarono l’isola per 35 lunghi giorni e la conquistarono dimostrando al mondo intero che la portaerei del Mediterraneo era stata conquistata, furono gli stessi Alleati a ripristinare lo scalo e alla fine degli anni 40 fu dotato di due piste di 1.300 e 780 mt.

L’aeroporto è stato aperto al traffico civile nel 1948 con voli effettuati dalla LAI con i Douglas DC-3. Nel '57 i voli furono affidati alla Società aerea mediterranea e dal 64 all’ATI con i Fokker F- 27. Tra il '76 e il '92 furono effettuati interventi di adeguamento della seconda pista per consentire l’atterraggio di aeromobili di maggiori dimensioni come il DC-9-30 e di ricostruzione della precedente aerostazione, dismessa nel 1989 e migliorata nel 2012 con un nuovo terminal passeggeri. Dal 1986 l’aeroporto di Pantelleria è sede di un Distaccamento aeroportuale dell’Aeronautica Militare alle dipendenze del 37° stormo di Trapani-Birgi, per assicurare l'assistenze ai velivoli militari in transito o rischierati sull’isola. Nel 2016 l’aeroporto ha perso lo status di aeroporto militare, assumendo lo stato giuridico di aeroporto civile appartenente allo Stato.

Il Distaccamento dell’aeronautica militare è comunque rimasto operativo. Un sentito grazie al sindaco Campo organizzatore dell’evento e al comandante Linzalone per aver aperto concesso a quanti sono interessati a conoscere la storia passata di poter entrare in una realtà che interagisce col territorio e offre a tutta la popolazione l’opportunità di riflettere sulle potenzialità di sviluppo turistico legate alla presenza di un aeroporto che sicuramente ha stravolto una parte morfologica del territorio, togliendola ai reali proprietari.

Catalogo

Scarica o sfoglia on-line il nostro catalogo

Meteo

Previsioni meteo di Pantelleria in tempo reale
Soleggiato 20 giugno 2024 26.4 °C
Vedi altre previsioni