Prenota qui e ora la tua vacanza
Arrivo 18-07-2024
Partenza 25-07-2024
Ospiti Adulti: 2 Bambini: 0

Raccontare un viaggio

Chi non ha mai provato a farlo? Se incrociamo un amico per strada a pochi giorni dal rientro,cosa facciamo? Gli raccontiamo dove siamo stati,cosa abbiamo fatto e soprattutto chi abbiamo incontrato. Desideriamo che anche lui sia parte del nostro viaggio ,che provi un po’ di quell’emozione. E quando siamo in viaggio cosa facciamo? Inviamo messaggi e foto agli amici,postiamo sui social,insomma raccontiamo.

Forse non scriviamo molto,ma facciamo fotografie e video,forse qualcuno disegno. Diventiamo tutti viaggiatori narratori e lo facciamo semplicemente perché è bello! Avere un taccuino con sé sempre disponibile ed annotare quanto con gli occhi vediamo ed ascoltiamo l’altro che improvvisamente si pone sul nostro cammino,ci insegna a guardare il mondo da un’angolatura diversa,quella di chi lo racconta. Si parla di scrittura per lo più,ma anche di fotografia,di disegno,secondo l’antica arte del carnet de vojage. Non occorre essere dei professionisti o aspirare a diventarlo. Il vero scopo è quello di rivivere il viaggio al meglio e più pienamente.

Diventiamo dei viaggiatori creativi e nel momento in cui la scrittura riesce a fissare le immagini di luoghi e persone e fa rivivere emozioni e sentimenti o sensazioni provate,non solo crea orgoglio e soddisfazione,ma lascia tracce indelebili di chi è riuscito a passare non invano da un luogo e quel luogo rivivrà sempre nel ricordo di chi dopo di noi leggerà i nostri scritti. Ci chiediamo come può oggi il web essere uno strumento di comunicazione profonda,quale dovrebbe essere il passaggio di esperienze(appunto la scrittura di viaggio) Credo possa esserlo ancora e che una ri-nascita di questo genere sia in atto.

La narrazione dei luoghi,delle persone,delle relazioni,dell’alterità,credo sia la chiave per la convivenza. Il racconto è ciò su cui si sono fondate tutte le culture del mondo e mettere in comune le narrazioni è il primo passo per la creazione di comunità. Omero nel descrivere il viaggio di Ulisse,ci ha lasciato una testimonianza sempre attuale e valida se un viaggio lo associamo all’insieme di incognite che la vita ci riserva,ma sempre valide se siamo capaci di farne tesoro .Partire non è però sempre facile specie quando siamo molto radicati alle nostre abitudini di vita quotidiana e non riusciamo a vivere completamente l’esperienza del viaggio per paura di perdere le persone care e con cui si hanno rapporti vincolanti.

Un viaggio però non consentirà mai l’abbandono di queste persone,poiché il legame non è una corda che impossibilita il movimento,ma è come se fosse una forza di gravità,non si vede,ma esiste sempre e rimane tale in ogni situazione, anche in punti distanti tra di loro sulla superficie terrestre. In questo tempo di incertezze e precarietà,non tutti abbiamo la possibilità di conoscere nuovi luoghi e fare nuove esperienze. Tutti però possiamo compiere un viaggio ogni volta che chiudiamo le palpebre,perché il viaggiatore è anche colui che non ha mai smesso di sognare e fa dei propri sogni un tesoro che solamente vivendo può esperire. Un viaggio diventa interessante quando si è disposti a conoscere persone estranee alla nostra quotidianità. Allora davvero porteremo negli occhi e nel cuore per sempre il ricordo di un sorriso o di un abbraccio ( ahimè per ora impossibile) che ci aiuterà a vivere. Inteso in tal modo ,viaggiare diventerà uno stile di vita: viaggiare è bello,interagire con gli altri è ancora più bello e per far si’ che la voglia di viaggiare non finisca mai,dobbiamo fare in modo che la citazione di Loie Pejron diventi ideale “Il più bel viaggio è quello che non è stato ancora fatto”.

Catalogo

Scarica o sfoglia on-line il nostro catalogo

Meteo

Previsioni meteo di Pantelleria in tempo reale
Soleggiato 18 luglio 2024 26.6 °C
Vedi altre previsioni