Prenota qui e ora la tua vacanza
Arrivo 14-08-2020
Partenza 21-08-2020
Ospiti Adulti: 2 Bambini: 0

L'antico dammuso di abitazione

Il dammuso abitazione lo troviamo soprattutto nelle contrade: allora è difficile vederlo isolato, esso si aggrega ad un altro senza lasciare spazi residuali e spesso mantenendo uno spazio di condivisione con il dammuso del vicino. Le contrade presenti nell’isola sono circa 11, quelle più grandi, dove la vita stessa della comunità ha concesso l’aggregazione di queste unità abitative che, pur dimostrando caratteristiche diverse, a seconda della loro posizione e delle differenze sostanziali dettate dalle molteplici condizioni climatiche e morfologiche, hanno tutte in comune uno spazio residuale tra un’abitazione e l’altra, volutamente lasciato per il dialogo tra le famiglie e momenti di incontro.

A questo spazio viene dato il nome di “passiaturi“, è cioè una terrazza delimitata da comodi sedili in pietra, le "ducchene", dove le donne si siedono a lavorare i prodotti della terra, dove l’uomo si siede per togliere i suoi scarponi pieni di terra,prima di entrare in casa. Nel versante sud-ovest dell’isola nelle contrade di Scauri e Rekale, il "passiaturi" è coperto da archi che servono a schermare gli ambienti interni dall'eccesso di calori dei mesi estivi e consentono anche di sera, di godere del fresco, senza prendere l’umido della notte, vista la notevole differenza termica tra il giorno e la notte. In questo versante i dammusi sono tutti intonacati di bianco con delle fasce rosa che bordano il cordolo e i due lati delle finestre.

Nel versante nord-este invece nelle contrade di Tracino-Khamma,” Il passiaturi “ è coperto da un pergolato,creato con tralicci di legno, nei quali si fa arrampicare una vite per l’ uva da tavola. L’impianto architettonico del dammuso-abitazione è moto semplice ed essenziale: il suo corpo principale è costituito da camera con alcova e camerino, le volte sono arricchite di spicchi e lunette,di rilievi e decorazioni,i pavimenti sono impreziositi di splendide mattonelle dette di Valenza con decori prevalentemente geometrici e floreali. Presenta una pianta quadrangolare, quindi notevole è la sua capacità di aggregare all’occorrenza altri ambienti se le necessità della famiglia lo richiedono.Spesso si nota una parte antica e una attigua più moderna,dove è stato costruito anche il bagno: questo perché la casa del padre andava in eredità al primo figlio maschio che una volta sposato si sistemava nella casa del padre per stare e lavorare in famiglia.

L’elemento primario era ed è costituito dalla camera ( un’ ampia sala dove veniva inserito un armadio ,un cassettone e una cassapanca col corredo della sposa ),tramite un arco si accede all’alcova ( camera da letto ) riparata da una tenda a filè e poi un camerino con un letto singolo che serve per i bambini o per il riposo durante le ore calde del giorno. Quasi sempre venivano aggregati altri spazi come la sala e un altro camerino: di fianco a questi corpi che erano considerati di pregio e di rappresentanza,sorgevano altri corpi distanziati come la cucina,un ambiente abbastanza ampio perché in essa si svolgevano tutte le attività della famiglia ed in particolare della donna che cucinava nei fornelli a legna. In un angolo

Un “vacile di ceramica con un supporto in ferro battuto, consentiva di lavarsi durante le ore del giorno e quando la sera tornava l’uomo dalla campagna, in un altro angolo veniva sistemata la "naca", una specie di amaca che consentiva alla donna di badare al proprio figlio neonato cullandolo e nel contempo sbrigando le sue faccende domestiche. Poco distante veniva costruito il “macasenu“ magazzino che serviva per ripostare tutte le provviste tratte durante tutto l’anno dalla campagna e nel quale spesso veniva creato il forno per la panificazione e per la realizzazione di tutti i dolci della tradizione. Non essendoci l’acqua corrente, essa si attingeva dalla cisterna, la cui apertura era nel passiaturi: non si pensava minimamente al bagno per cui si sfruttavano gli spazi all’aperto. Era poi necessario creare tutti gli ambienti-stalle che servivano al ricovero degli animali da cortile, insomma il dammuso diventava una vera e propria fattoria dove si producevano le carni, il formaggio,le uova,i salami e i prosciutti tratti dalla carne del maiale.

Anche l’orto aveva un posto di riguardo e necessitava di spazi adeguati, perché secondo le stagioni, venivano seminati e lavorati tutti quei prodotti capaci di sostenere l’ intera famiglia.

Catalogo

Scarica o sfoglia on-line il nostro catalogo

Meteo

Previsioni meteo di Pantelleria in tempo reale
Poco Nuvoloso 14 agosto 2020 24.3 °C
Vedi altre previsioni