Prenota qui e ora la tua vacanza
Arrivo 18-07-2024
Partenza 25-07-2024
Ospiti Adulti: 2 Bambini: 0

Le Lance Pantesche

E come potevano i nostri antenati resistere al fascino del mare? Da molti il mare di Pantelleria non è stato mai attraversato, ma i pochi abitanti che lo ammiravano da lontano, hanno pensato bene di costruire una lancia capace di offrire loro la possibilità di una pesca sottocosta e unire alla loro alimentazione un cibo diverso dagli ortaggi e dalle carni degli animali da cortile. L’abitante isolano capì nel tempo che la costruzione di una imbarcazione poteva consentirgli di attraversare l’isola, sostare nei vari porticcioli naturali che l’isola offre per la sua conformazione geofisica, vendere il pescato o deporre il carico di merci derivate dalla coltivazione della terra: alternava così, a seconda delle sue esigenze, il mezzo di trasporto terrestre affidato al suo fedele amico "L’asino pantesco” .

Abili maestri d’ascia presero a modello una imbarcazione portoghese, la trasformarono, realizzando uno scafo affusolato con una vela montata su un’antenna retta da un albero fisso. Fu dotata di una coppia di remi per la voga e un timone esterno rimovibile. I materiali usati furono rinvenuti nel territorio: il legno usato per la chiglia e le ordinate fu quello del gelso, mentre per il fasciame è stato usato il legno leggero del pino. Quando i ricchi proprietari terrieri, abitanti nel Dammuso gentilizio, capirono che era necessario andare oltre il confine naturale isolano per far conoscere i propri prodotti, diedero vita ad una flotta di Velieri e le Lance si spostavano al largo dei porticcioli per caricare sui velieri le merci. Una storia molto suggestiva quelle delle Lance e dei Velieri che hanno saputo instaurare un legame commerciale con i luoghi nei quali le prelibatezze isolane tra cui l’uva da tavola “ Zibibbo” l’uva passa, i Capperi, i fichi e quanto era possibile, diventarono eccellenze di cui l’isola va fiera. Le Lance dell’ultimo Maestro d’ascia Francesco Valenza in tutto quindici, rappresentano l’orgoglio pantesco. Grazie alla creazione del Circolo velico, isola di Pantelleria, è possibile trasmettere alle nuove generazioni questa importante testimonianza: con equipaggi di ragazzi panteschi e non vengono organizzate in estate regate veliche capaci di suscitare un interesse che ha l’onere di continuare una tradizione importante.

Catalogo

Scarica o sfoglia on-line il nostro catalogo

Meteo

Previsioni meteo di Pantelleria in tempo reale
Soleggiato 18 luglio 2024 26.6 °C
Vedi altre previsioni